Anima dannata – Massimiliano Bellezza

30/12/2017

TITOLO: Anima dannata

AUTORE: Massimiliano Bellezza

GENERE: Thriller

VOTO: ♥♥♥♥/♥♥♥♥♥

Arrivato di fronte al figlio di cinque anni, che lo
guardava ancora inconsapevole avvolto dalla scena surreale, gli prese il braccio
con irruenza e lo trascinò tra i pianti su per le scale.
«Papà, mi fai male!».
Non serviva a nulla esternare quel dolore fisico. Martin, cieco, non udiva quei
lamenti. Sarah, impotente e con lo sguardo perso nel vuoto, scoppiò in lacrime.
Questa fu la prima volta. Ne seguirono tante altre. Sua madre non seppe mai
cosa accadde esattamente dietro quella porta ma se lo immaginò ogni notte,
ogni giorno a venire. Vide i lividi, gli ematomi. Il ricordo non l’abbandonava,
anzi la divorava, accresciuto dalle vessazioni che si aggiungevano. Risentiva nel
cervello, come echi terribili, le grida di supplica e rivedeva con gli occhi della
mente l’uscio rimasto chiuso per tutta la notte.

Mark Porter è un bambino. E come tutti i bambini dovrebbe giocare e ridere con i genitori che lo amano. Ma Mark non è un bambino qualunque. Mark è un bambino nato nella sofferenza, in una notte di alcol e violenza e la sua vita non potrebbe proseguire altrimenti. La madre lo ama, il padre lo odia. E Mark, freddo, glaciale e mostruoso è contro il mondo. Solitario e irrequieto non può far altro che crescere tenendo tutti lontano da sé, sino a quando non trova un diversivo, qualcosa che placa la sua ansia animale e la sua ribellione.

Mark odia la felicità che vede negli occhi degli altri, perché lui la felicità non l’ha mai conosciuta. All’inizio per colpa del padre violento e alcolizzato; dopo per il suo volersi isolare e concentrare sull’altro Mark, quello che poi riuscirà a farlo diventare felice e sereno, anche se solo in parte.

In questo thriller Massimiliano Bellezza ci porta a scoprire l’anima dannata di un uomo che soffre e che impara a godere della sua sofferenza e di quella degli altri. Prequel di “Quando cala il buio”, Anima dannata sa trascinare il lettore in un vortice di dolore e di pathos, con le sue violenze efferate tipiche delle migliori serie TV americane. Massimiliano Bellezza scrive di un doppio mondo: uno fatto di studio, lavoro e professionalità e l’altro in cui l’anima di Mark si ritrova a lottare ogni giorno, un mostro che urla dentro e che ha bisogno di uscire fuori e sfogarsi.

Ho trovato il testo molto coinvolgente ed emozionante anche se a tratti “un po’ veloce” nella descrizione. Il genere non è di semplice scrittura per cui 4 stelline piene a questo scrittore ormai non più esordiente 🙂


Se ti è piaciuta e ti ha incuriosito la mia recensione de L’Anima dannata di Massimiliano Bellezza, clicca sotto e acquista subito la tua copia 😉





Nessun commento

Ciao! ecco che ne penso..