TITOLO: La psichiatra AUTORE: Wulf Dorn GENERE: Romanzo VOTO: ♥♥♥♥/♥♥♥♥♥

TITOLO: Senza paura AUTORE: Filippo Semplici GENERE: Horror VOTO: ♥♥♥♥/♥♥♥♥♥

L’impressione che il silenzio ci salvi, è mera illusione. Il silenzio è per chi non ha coraggio, per chi non affronta le proprie paure. Il silenzio è per chi ha tanto da dire ma non dice. Il silenzio è solo per chi non può più dire.   Troppe le bocche che parlano, ma nessuna mai dice davvero.    

Una sola carezza, la tua mano trepidante. In attesa. Poi il volo. Non una, ma mille. Volteggiavano. E l’aria si colorava di uno e mille splendidi colori.

Cade sull’erba Piccola goccia del mattino Silente S’infrange Sul suolo desideroso di accoglierla E la foglia si smuove appena

TITOLO: La ragazza del treno AUTORE: Paula Hawkins GENERE: Romanzo VOTO: ♥♥♥/♥♥♥♥♥

Come le onde del mare, ogni giorno passi e vai. Nessun respiro nè lacrima. Siamo anime di passaggio, gocce appese in attesa di cadere giù, in fondo, a bagnare cuori aridi.    

Amore è quando…
La casa sulla collina / 27/03/2017

(estratto da La casa sulla collina) Amore è quando… Sapete quando sentite le farfalle sullo stomaco? – No – Buttò sul tavolino del bar il suo Smartphone con un gesto di stizza. Era lì da quasi un’ora ormai. Il suo tè ai frutti di bosco si era raffreddato, ma lei sembrava non avere intenzione di berlo. Sgranocchiava lentamente uno dei tre biscottini portati col tè dal giovane cameriere. Era carino. L’avevano assunto solo u...

Ciò che non hai capito
poesia / 18/03/2017

Ciò che non hai capito erano i respiri. I respiri caldi nella tua stessa aria. I respiri ansimati che attendevano solo una parola. La tua.   Ciò che non hai capito erano i sorrisi. Talvolta stupidi, da bambina, emozionati nel perdersi dentro i tuoi occhi. Sorrisi di donna, timidi, speranzosi.   Ciò che non hai capito erano i silenzi. Radi o prolungati, urlavano bisogni, ansie, paure. Urlavano amore.   Ciò che non hai c...

Pensieri e parole
Le occasioni perdute / 06/03/2017

E poi sono i pensieri a fluttuare. Costanti. Si insinuano nella mente senza che tu possa o riesca fermarli. Loro sono là. Già di primo mattino s’inerpicano dentro come delle piccole farfalle in attesa che il loro bozzolo si schiuda. fanno fatica, ma restano aggrappati in attesa di volare via e scivolare in lunghi soliloqui della mente che solo al bocca riesce a fermare.   (Le occasioni perdute)

Intro- La casa sulla collina
La casa sulla collina / 10/02/2017

Libertà. Era questo ciò che voleva ottenere. La Libertà. A sedici anni pensava che dopotutto fosse abbastanza adulta da potersela cavare da sola. La sua famiglia, umile e di paese, non era così perfetta come tutti pensavano. La madre si che lo era, ma purtroppo l’aveva abbandonata troppo presto lasciandola in balìa del padre burbero e taciturno. Aveva pensato che lei se ne sarebbe presa cura e che lui  sarebbe cambiato e le sar...

EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol